1. Home
  2. »
  3. Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria BorgheseMuseo e Galleria BorgheseMuseo e Galleria BorgheseMuseo e Galleria BorgheseMuseo e Galleria BorgheseMuseo e Galleria Borghese
Contact Information
Indirizzo:
Piazzale Scipione Borghese, 5, 00197 Roma RM, Italia, Pinciano, Roma, Roma Città
Descrizione:

La Galleria Borghese è uno splendido museo nella Villa Borghese Pinciana, uno dei più belli di Roma in assoluto.

La Galleria Borghese ospita tuttora gran parte della collezione d'arte iniziata da Scipione Borghese, cardinal-nipote di Paolo V, cui si deve anche la costruzione della villa stessa.

Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Dove dormire vicino Villa Borghese



Booking.com

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Museo e Galleria Borghese | La Collezione

La ricca collezione Borghese consta di sculture, bassorilievi e mosaici antichi, nonché dipinti e sculture dal XV al XVIII secolo.

La raccolta, costituita inizialmente dal cardinale Scipione Borghese all'inizio del XVII secolo, conserva capolavori di Antonello da Messina, Giovanni Bellini, Raffaello, Tiziano, Correggio, Caravaggio e splendide sculture di Gian Lorenzo Bernini e del Canova.

Il nucleo più importante delle sculture e delle pitture nella Galleria Borghese risale al collezionismo del cardinale Scipione (1579-1633), figlio di Ortensia Borghese, sorella del Papa Paolo V, e di Francesco Caffarelli, ma gli eventi dei tre secoli successivi, tra perdite e acquisti, hanno lasciato notevoli tracce.

L'attenzione del cardinale Scipione era rivolta a tutte le espressioni di arte antica, rinascimentale e contemporanea, atte a rievocare una nuova età dell'oro.

Non particolarmente interessato all'arte medioevale, ricercò invece, con passione, la scultura antica.

Ma l'ambizione del cardinale favorì la creazione di nuove sculture e soprattutto di gruppi marmorei che fossero messi a confronto con le opere antiche.

Il ritratto di Paolina Bonaparte Borghese, eseguito dal Canova tra il 1805 e il 1808, è presente nella Villa dal 1838.

Nel 1807 Camillo Borghese vende a Napoleone 154 statue, 160 busti, 170 bassorilievi, 30 colonne e vari vasi che costituiscono il fondo Borghese del Louvre.

Ma già nel terzo decennio dell'Ottocento le gravi lacune sembrano colmate con nuovi materiali provenienti da recenti scavi archeologici e con opere recuperate dalle cantine e da varie altre dimore borghesiane.

La collezione dei dipinti era notevole.

Nel 1607 il Papa aveva fatto assegnare a Scipione 107 dipinti confiscati al pittore Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino.

Dell'anno successivo fu l'asportazione clandestina dalla cappella Baglioni nella chiesa di San Francesco a Perugia e il trasporto a Roma della Deposizione di Raffaello, assegnata al cardinale Scipione.

Nel 1682 confluisce parte dell'eredità di Olimpia Aldobrandini, che includeva opere della collezione del cardinale Salviati e di Lucrezia d'Este, nella collezione Borghese.

Nel 1827 Camillo Borghese acquistò a Parigi l'importante Danae del Correggio.

La collezione di Galleria Borghese si può considerare unica al mondo per quel che riguarda il numero e l'importanza delle sculture del Bernini e delle tele del Caravaggio.

Gian Lorenzo Bernini - Ratto di Proserpina - Museo e Galleria Borghese
Gian Lorenzo Bernini - Ratto di Proserpina - Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Villa Borghese Pinciana | Galleria Borghese

La Villa Borghese Pinciana, oggi sede della Galleria Borghese, fu costruita per essere un museo, luogo di cultura, per l'esposizione di immagini esemplari dell'arte antica e moderna, per la musica, gli studi in una piccola biblioteca, ma anche per la contemplazione della natura (con rare piante e animali), dei campioni di fossili e infine della tecnologia moderna di allora (ad esempio automi, specchi, lenti bizzarre e orologi particolari), i pregi della sua architettura sono attribuibili a Flaminio Ponzio, architetto di fiducia del Papa e del Cardinale.

Dalla Villa Borghese Pinciana si amministrava un'azienda agricola con vigne, orti, caccia, stalle, rimesse, piccionaie nelle torri (di cui sono ancora visibili gli accessi), un'uccelliera grande, una riserva del ghiaccio, la grotta del vino e perfino la cultura del baco da seta.

Le piante più rare, importate dall'Olanda o dalle Nuove Indie, e un giardino zoologico completavano il Teatro dell'Universo voluto dal cardinale Scipione.

Nel 1902 la Villa Borghese Pinciana venne trasformata in museo, a seguito dell'acquisizione da parte dello Stato italiano delle raccolte facenti parte del Fidecommisso Borghese.

Primo direttore della Galleria Borghese fu Giovanni Piancastelli (1845-1926) a cui succedette nel 1906 Giulio Cantalamessa, già direttore delle gallerie dell'Accademia di Venezia.

Chiusa nel 1983, la galleria ha subito un restauro completo durato quattordici anni, ripristinando l'aspetto originale dell'esterno dell'edificio con gli intonaci, le statue e la scalinata con due rampe.

Galleria Borghese è stata riaperta nel giugno 1997.

La Galleria Borghese è oggi di proprietà del Ministero per i beni e le attività culturali, che dal 2014 l'ha annoverata tra gli istituti museali dotati di autonomia speciale.

Nel 2013 la Galleria Borghese è stato il nono sito statale italiano più visitato, con 498477 visitatori.

Nel 2015, il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini ha nominato Anna Coliva direttrice della Galleria Borghese.

Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Museo e Galleria Borghese
Museo e Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Giardini Segreti della Galleria Borghese

I Giardini Segreti della Galleria Borghese nascono nella Roma del Seicento - quando si diffuse la “moda” di includere, nei grandi parchi delle residenze aristocratiche, dei giardini nascosti e recintati dove mettere in bella mostra fiori, in particolare bulbose.

Giardini Segreti della Galleria Borghese
Giardini Segreti della Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

I Giardini segreti della Galleria Borghese diventano una magnifica vetrina profumata di fiori e colori aperta ai fortunati ospiti della corte di Scipione Borghese.

Il nucleo originale dei giardini della Galleria Borghese fu istituito nei primi anni del 1600 con una coppia di giardini laterali al Casino Borghese.

I due giardini nel 1680 furono, poi, ampliati con un terzo giardino e coeva edificazione del Casino della Meridiana, decorato con ricchi stucchi e realizzato da Carlo Rainaldi.

Ma la vetrina principale per l’esposizione di fiori esotici quali narcisi, giacinti e preziosi tulipani rimaneva lo scenografico Giardino dell’Uccelliera, arricchito da un padiglione con due vani affrescati ad imitazione di un pergolato con uccelli, coperti con una struttura a rete, per l’esibizione degli uccelli rari collezionati dal Cardinale.

Giardini Segreti della Galleria Borghese
Giardini Segreti della Galleria Borghese

Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo.jpg
Galleria Borghese - compra QUI il tuo ticket online per visitare il museo 

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Invia messaggio all'autore della pagina

Invia messaggio al webmaster del sito