1. Home
  2. »
  3. Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei Capitolini
Musei CapitoliniMusei CapitoliniMusei CapitoliniMusei CapitoliniMusei Capitolini
Contact Information
Indirizzo:
Piazza del Campidoglio, 1, 00186 Roma RM, Italia, Centro storico, Roma, Roma Città
Descrizione:

I Musei Capitolini costituiscono la principale struttura museale civica comunale di Roma, parte del Sistema Musei di Roma Capitale, con una superficie espositiva di 12.977 m².

Sulla cima del Campidoglio sono stati aperti al pubblico già nell'anno 1734, sotto papa Clemente XII, i Musei Capitolini sono considerati il primo museo al mondo, inteso come luogo dove l'arte fosse fruibile da tutti e non solo dai proprietari.

Musei Capitolini
Musei Capitolini - Piazza del Campidoglio, 1, 00186 Roma RM

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Dove dormire vicino il Campidoglio a Roma



Booking.com

Musei Capitolini
Musei Capitolini

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni che ti sveleranno tutti i segreti della Roma Antica, dei Fori Imperiali e del Campidoglio.
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Musei Capitolini
Musei Capitolini

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Musei Capitolini | La Storia

Si parla di "musei" capitolini, al plurale, in quanto alla originaria raccolta di sculture antiche fu aggiunta da papa Benedetto XIV, nel XVIII secolo, la Pinacoteca, costituita da opere illustranti soggetti prevalentemente romani.

La sede storica dei Capitolini è costituita dal Palazzo dei Conservatori e dal Palazzo Nuovo, edifici che affacciano sulla michelangiolesca Piazza del Campidoglio.

La creazione del museo può essere fatta risalire al 1471, quando papa Sisto IV donò alla città una collezione di importanti bronzi provenienti dal Laterano (tra i quali la Lupa capitolina), che fece collocare nel cortile del Palazzo dei Conservatori e sulla piazza del Campidoglio: ciò lo rende il più antico museo pubblico al mondo.

La raccolta antiquaria si arricchì nel tempo con donazioni di vari papi (Paolo III, Pio V che voleva espellere dal Vaticano le sculture pagane), e fu meglio allocata con la costruzione del Palazzo Nuovo nel 1654.

Da allora il museo si è accresciuto notevolmente, includendo non solo manufatti di età romana notevoli per quantità e qualità (statue, iscrizioni, mosaici), ma anche pezzi di arte medioevale, rinascimentale e barocca.

Il museo fu aperto a visite pubbliche per volere di papa Clemente XII quasi un secolo più tardi, nel 1734.

Il suo successore, Benedetto XIV, inaugurò la Pinacoteca capitolina, acquisendo le collezioni private della famiglia Sacchetti e della famiglia Pio.

Durante l'occupazione francese (1796-1815), diverse opere presero la via del Museé Napoleon a causa del Trattato di Tolentino (1796).

Tra di queste si ricordano Lo Spinario, la Venere Capitolina, il Bruto capitolino e il Galata morente, che vennero restituite grazie al Congresso di Vienna e all'intervento di Antonio Canova, delegato dal Santo Padre per i cosiddetti "ricuperi", che ponevano rimedio alle spoliazioni napoleoniche.

Altre opere invece, come ad esempio il Sarcofago delle Muse, anticamente presso i Musei Capitolini attraverso la collezione Albani, rimasero al Louvre.

Dagli scavi condotti dopo l'Unità d'Italia per i lavori di Roma capitale emersero grandi quantità di nuovi materiali, che, raccolti nel Magazzino Archeologico Comunale, in seguito denominato Antiquarium, furono nel tempo parzialmente esposti ai Capitolini.

Nel 1997 è stata aperta una sede distaccata nell'ex Centrale Termoelettrica Giovanni Montemartini nel quartiere Ostiense, creando una soluzione originale di fusione tra archeologia industriale e classica.

Nel 2005 fu inaugurata la cosiddetta "esedra di Marco Aurelio". Oggi i Musei Capitolini fanno parte del Sistema dei Musei in comune.

L'opera forse più famosa che vi è conservata è la statua equestre di Marco Aurelio; quella al centro della piazza è una copia, mentre l'originale, dopo essere stato sottoposto a lavori di restauro, è ora collocato nella nuova aula vetrata, l'Esedra di Marco Aurelio, nel Giardino Romano, dietro Palazzo dei Conservatori.

Palazzo dei Conservatori al Campidoglio
Cortile del Palazzo dei Conservatori al Campidoglio

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Hai idea di quante cose non hai ancora visto e puoi farlo gratis solo se vivi a Roma?
Se vivi o studi a Roma ad esempio puoi entrare gratis a visitare i Musei Capitolini e una marea di posti, musei e aree archeologiche - sempre ad ingresso gratuito solo se vivi o studi a Roma e possiedi la MIC card.

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni che ti sveleranno tutti i segreti della Roma Antica, dei Fori Imperiali e del Campidoglio.

Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Musei Capitolini
Musei Capitolini

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Musei Capitolini | Descrizione

La visita nell'altro edificio dei musei, il Palazzo Nuovo, è compresa nello stesso biglietto di entrata; vi si può accedere sempre dalla piazza o da una galleria sotterranea scavata (Galleria di congiunzione) negli anni trenta e attualmente allestita come Galleria Lapidaria (cioè preposta all'esposizione delle epigrafi), che dà accesso anche al Tabularium e unisce i due edifici.

Qui si trova la pinacoteca dei musei nel cui catalogo c'è il famoso dipinto del San Giovanni Battista, opera del Caravaggio.

Ma vi si trova anche il simbolo della città, il bronzo della Lupa capitolina, a lungo tempo ritenuta un'opera etrusca del V secolo a.C. e solo recentemente ritenuta da alcuni restauratori come risalente al XII secolo; con molta probabilità la statua originaria non comprendeva i gemelli della leggenda Romolo e Remo, che sembra furono aggiunti nel Rinascimento.

La famosa colossale testa di Costantino I, visibile nel cortile, risale invece al IV secolo.

Un'altra scultura in bronzo è il Cavallo dal vicolo delle Palme.

Capolavoro della scultura medievale è il Ritratto di Carlo I d'Angiò di Arnolfo di Cambio (1277), il primo ritratto verosimile di un personaggio vivente scolpito in Europa che ci sia pervenuto dall'epoca post-classica.

Qui vennero col tempo esposte altre e numerose collezioni storiche, come la Protomoteca (collezione di busti ed erme di uomini illustri trasferiti dal Pantheon al Campidoglio, per volontà di Pio VII nel 1820); la collezione del cardinale Alessandro Albani; quella donata da Augusto Castellani nella seconda metà dell'800, costituita da materiali ceramici arcaici (dall'VIII al IV secolo a.C.), di area prevalentemente etrusca, ma anche di produzione greca e italica.

Il Palazzo dei Conservatori è situato in Piazza del Campidoglio a destra del Palazzo Senatorio e di fronte al Palazzo Nuovo.

Il Palazzo dei Conservatori deve il suo nome al fatto di essere stato la sede della magistratura elettiva cittadina, i Conservatori appunto, che insieme al Senatore amministrava la città eterna.

Il Palazzo in questa posizione fu fatto erigere da papa Niccolò V.

Michelangelo Buonarroti, a cui era stato commissionato il lavoro della complessiva risistemazione della piazza, ne disegnò la nuova facciata, che però non riuscì a vedere terminata poiché morì durante i lavori (nel 1564).

Il suo progetto ridisegnava la facciata medievale del palazzo, sostituendo il portico con due ordini: quello corinzio formato da alte paraste poste su grandi piedistalli a tutta altezza, e quello ionico che sorregge le volte del portico.

Tra questi ordini erano poste una serie di ampie finestre, tutte delle stesse dimensioni.

I lavori furono continuati da Guido Guidetti e terminati nel 1568 da Giacomo Della Porta che seguì quasi fedelmente i disegni michelangioleschi, derogandovi solo per costruire una più ampia sala di rappresentanza al primo piano e, conseguentemente, anche una finestra più grande, rispetto a tutte le altre presenti sulla facciata del palazzo.

Si ebbero poi trasformazioni anche all'interno del palazzo, sia per la costruzione di un ampio scalone monumentale, sia per la nuova ridistribuzione delle sale dell'"Appartamento dei Conservatori", che portarono alla distruzione del ciclo di affreschi degli inizi del Cinquecento che decorava le stanze che si affacciavano su Piazza del Campidoglio.

Acquista qui al miglior prezzo i migliori tour offerti dai tour operator ufficiali tramite Viator, il servizio offerto dalla TripAdvisor.

A tua disposizione le migliori guide turistiche e accompagnatori turistici autorizzati di Roma e dintorni che ti sveleranno tutti i segreti della Roma Antica, dei Fori Imperiali e del Campidoglio.
Aiuta l’industria del turismo e l’economia italiana a ripartire!

Musei Capitolini
Musei Capitolini

Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila
Musei Capitolini - compra QUI il tuo ticket online - biglietto saltafila

Invia messaggio all'autore della pagina

Invia messaggio al webmaster del sito